Oratoio, rom: La risposta dell’assessora Capuzzi ad una interrogazione del consigliere Mannini (M5S)

Sandra Capuzzi, Assessore Politiche Sociali

 

 

“Le famiglie rom – così scrive l’assessora Sandra  Capuzzi nella risposta ad una interrogazione del consigliere Gianfranco Manini (M5S)  - presenti all’insediamento di Oratoio che si sono spostate sul Comune di Ponsacco hanno reperito autonomamente un contratto di locazione.I quindici nuclei familiari, legati da vincoli parentali, hanno un regolare contratto lavorativo e non erano in carico al Servizio Sociale.Si sono rivolti allo sportello presso la Società della salute per avere informazioni su possibili aiuti per il trasferimento.E’ stata quindi seguita la procedura prevista per tutti i cittadini in emergenza abitativa (Regolamento comunale emergenza abitativa) e sulla base della presa in carico, sono stati erogati contributi economici a titolo di deposito cauzionale, per il superamento delle condizioni di criticità alloggiativa.

Non appena la Società della salute è venuta a conoscenza dello spostamento dei nuclei, si è attivata per favorire l’integrazione nel territorio con incontri istituzionali, accompagnamenti per l’iscrizione  a scuola dei minori, il supporto alle famiglie.

Si precisa – conclude la Capuzzi – che non è stato dato nessun incentivo al trasferimento, ma sono stati utilizzati i regolamenti previsti per l’emergenza abitativa utilizzati per tutti i cittadini domiciliati e residenti a Pisa.

Rispetto ai depositi cauzionali si precisa che:n.14 famiglie hanno percepito  1500 euro. n1 famiglia 800 euro”.

 

Qui sotto il testo dell’interrogazione:INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTAOggetto: “SITUAZIONE ABITATIVA DELLE FAMIGLIE ALLONTANATE DAL CAMPO DI VIA MAGGIORE DI ORATOIO”.

Il sottoscritto Gianfranco Mannini, Consigliere Comunale del Movimento 5 Stelle, chiede di conoscere quali sono  le modalità con le  quali avvengono i  trasferimenti di famiglie ROM dal campo di via Maggiore di Oratoio al Comune di Ponsacco.

Quali sono i costi sostenuti dalla Società della Salute e dal Comune di Pisa.

Visto che, secondo la Sindaca di Ponsacco, Francesca Brogi, sono 15 le famiglie di etnia ROM che hanno deciso di stabilirsi a Ponsacco, dopo aver lasciato volontariamente il campo di Oratoio; persone, secondo la Sindaca,  che lavorano regolarmente e che hanno stipulato contratti d’affitto per immobili recepiti sul libero mercato senza mediazione pubblica.

Una dichiarazione che smentisce quanto affermato lo stesso giorno dalla Presidente della Società della Salute ed Assessora al Sociale del Comune di Pisa: “Il processo  di superamento del campo è guidato dall’Amministrazione Comunale e dalla Società della Salute che (…), nei casi di famiglie a reddito basso, forniscono una piccola somma come deposito cauzionale per l’appartamento in affitto. Lo stesso tipo di sostegno assicurato a tutte le famiglie in condizione di emergenza abitativa”.

Gianfranco Mannini – Capogruppo del M5S

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *